Scheda ETF

Nome: Vanguard FTSE Developed World UCITS ETF

Dati principali

Nome: Vanguard FTSE Developed World UCITS ETF
Sottostante: FTSE Developed Index
Mercato di riferimento: Azionario Mondo
Emittente: VANGUARD
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 58,23 EUR   Data: 22.9.2020   Massimo (giorno): 58,23   Minimo (giorno): 58,18

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,12%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Vanguard FTSE Developed World UCITS ETF mira a replicare la performance dell’Indice FTSE Developed World. E' previsto un metodo di replica fisica del sottostante.
Sintesi:
Il Vanguard FTSE Developed World UCITS ETF mira a replicare la performance dell’Indice FTSE Developed World.
Indice sottostante:
Il FTSE Developed Index deriva dall’indice FTSE Global Equity Index Series (GEIS) allargato e viene utilizzato per misurare la performance dell’economia sviluppata globale tramite investimenti in società di grandi e medie dimensioni. L’Indice viene ribilanciato su base semestrale a marzo e settembre.
Strategia:
L'investimento è finalizzato a sfruttare le potenzialità e il posizionamento delle maggiori società quotate su scala mondiale. Lo strumento è caratterizzato da un profilo di rischio medio/alto ed è poco consigliabile per investimenti in ottica di breve periodo. Nonostante il peso preponderante degli Stati Uniti, l’Etf appare sufficientemente diversificato. Lo strumento, data la diversificazione settoriale e geografica, appare quindi idoneo anche se preso singolarmente per effettuare una buona diversificazione del portafoglio azionario. Lo scenario più favorevole per l’investimento in questo Etf rimane quello di una forte crescita economica a livello globale, preferibilmente caratterizzata da un basso tasso di inflazione con tassi di interesse contenuti.
Fattori di rischio:
L’investimento appare complessivamente bilanciato tra titoli ciclici e anticiclici. La dinamica dei tassi di interesse ha complessivamente una rilevanza contenuta: l’investimento è senza dubbio favorito da politiche monetarie espansive. Complessivamente, però, molte delle aziende che rientrano in questo investimento operano su scala multinazionale e non sono caratterizzate da un elevato indebitamento, per cui eventuali rialzi dei tassi avranno impatti meno rilevanti rispetto ad altre forme di investimento. L’Etf espone l’investitore domestico al rischio di cambio delle valute delle singole nazioni, con prevalenza quindi del cambio euro/dollaro, euro/yen ed euro/sterlina.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967