Scheda ETF

Nome: Vanguard EUR Corporate Bond UCITS ETF

Dati principali

Nome: Vanguard EUR Corporate Bond UCITS ETF
Sottostante: Bloomberg Barclays Euro Aggregate Corporates Index
Mercato di riferimento: Obbligazionario Corporate
Emittente: VANGUARD
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 53,29 EUR   Data: 3.7.2020   Massimo (giorno): 53,29   Minimo (giorno): 53,18

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi -1,66
6 mesi -1,66
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,09%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Vanguard EUR Corporate Bond UCITS ETF mira a replicare la performance del Bloomberg Barclays Euro Aggregate Corporates Index, un benchmark ampiamente riconosciuto che rispecchia l’universo totale delle obbligazioni corporate investment-grade denominate in euro, a cedola fissa. Per replicare la performance dell’Indice, il Fondo adotta una strategia di indicizzazione o gestione passiva, tramite acquisizione fisica di titoli. Il Fondo investirà quindi in un portafoglio di obbligazioni corporate a tasso fisso denominate in euro (comprese le obbligazioni subordinate e quelle rimborsabili anticipatamente) che, per quanto possibile e fattibile, consiste in un campione rappresentativo dei titoli che compongono l’Indice.
Sintesi:
Il Vanguard EUR Corporate Bond UCITS ETF replica la performance di un indice comprendente obbligazioni corporate investment-grade denominate in euro, a cedola fissa.
Indice sottostante:
Il Bloomberg Barclays Euro Aggregate Corporates Index è composto da obbligazioni corporate investment-grade denominate in euro, a cedola fissa, negoziate in borsa, con scadenze superiori a un anno e con un valore di emissione non inferiore a 300 milioni di euro.
Strategia:
L’investimento in questa tipologia di Etf è indicato alle persone che intendono indirizzare parte del proprio capitale nelle obbligazioni a reddito fisso corporate, ovvero emesse dalle imprese internazionali, e che ricercano un rendimento complessivo superiore a quanto ottenibile rivolgendosi ai tradizionali titoli di stato.
L’investimento consente attraverso un singolo acquisto di accedere a un paniere di emissioni obbligazionarie numericamente elevato e caratterizzato da una efficace diversificazione settoriale. L’investimento risulterà premiante se effettuato in una fase caratterizzata da espansione monetaria, con tassi di interesse calanti e con una inflazione contenuta. Proprio per questo motivo l’investimento risulta poco adatto nei momenti di rafforzamento del clima economico internazionale quando le banche centrali potrebbero avviare politiche monetarie restrittive.
Fattori di rischio:
Il fattore di rischio fondamentale è legato alla dinamica dei tassi di interesse: l’avvio di una politica monetaria restrittiva avrebbe effetti negativi sul valore dei prezzi delle obbligazioni e di conseguenza sul rendimento complessivo dell’Etf. Un altro rischio è legato alla possibile revisione al ribasso del rating di credito delle varie società. Segnaliamo infine come la scelta di non indirizzarsi verso forme di investimento a tasso variabile preclude la possibilità di mitigare, anche solo parzialmente, gli effetti sui prezzi del bond derivanti da rialzi dei tassi di interesse.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it