Scheda ETF

Nome: UBS ETF Msci Usa Value A-Dis

Dati principali

Nome: UBS ETF Msci Usa Value A-Dis
Sottostante: MSCI USA Value TRN
Mercato di riferimento: Style
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 66,8 EUR   Data: 2.12.2020   Massimo (giorno): 66,99   Minimo (giorno): 66,8

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi -4,8
6 mesi -4,8
12 mesi 14,56
36 mesi 12,71
  val.
Costi gestione annui 0,20%
Armonizzato
Dividendo distribuito 0,5098 USD
Data stacco dividendo 31/7/2013
Descrizione e commento:
L'Ubs ETF Msci Usa Value A-Dis replica l'andamento dell'indice Msci USA Value, che raccoglie le società con con prospettive di utili elevati quotate sui mercati statunitensi. Questo Etf fa parte della Classe “A” della gamma di Ubs Etf, presentando quindi un TER standard e valore NAV standard. L'Etf utilizza un metodo di replica fisica dell’indice di riferimento e non fa dunque ricorso a derivati. E' prevista la distribuzione di un dividendo su base semestrale.
Sintesi:
Lo strumento offre l’opportunità di investire nei titoli con prospettive di utili elevati del mercato azionario statunitense, con un indice che si propone di riflettere il rendimento del mercato azionario Usa secondo una logica di reinvestimento dei dividendi netti. Si tratta di uno strumento da privilegiare in fasi di mercato moderatamente rialziste.
Indice sottostante:
L'MSCI Usa Value è un indice che comprende circa 300 società a capitalizzazione di media e grande dimensioni con prospettive di utili elevati quotate
sui mercati statunitensi. Le società sono giudicate value sulla base di otto dati fondamentali storici e prospettici. I titoli che compongono l'indice sono selezionati per dimensione, liquidità e flottante. L'indice è di tipo Total Return Net e dunque adotta una logica di performance con il reinvestimento dei dividendi nell’indice stesso.
Strategia:
L’Etf può essere utilizzato come via d’accesso per un investimento focalizzato sul mercato azionario statunitense in previsione di una fase di rialzo ma anche di moderata espansione, viste le prospettive di utili elevati. In alternativa il fondo può essere utilizzato come strumento di diversificazione del portafoglio sull’area nordamericana.
Fattori di rischio:
Oltre al rischio implicito nell’andamento dell’indice, altri rischi sono identificabili nell’assenza di diversificazione geografica e soprattutto in possibili variazioni del tasso di cambio euro-dollaro. Il fondo è infatti denominato in dollari statunitensi, pertanto un deprezzamento della valuta americana nei confronti dell’euro si rivelerebbe negativo per un investitore italiano. Oltre che con riferimento alla denominazione in dollari dello strumento, occorre infatti considerare che le società appartenenti all’indice producono buona parte dei loro ricavi all’estero, e nel caso di un apprezzamento della divisa americana possono risentire di esportazioni statunitensi che diventano meno convenienti per i consumatori mondiali.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967