Scheda ETF

Nome: UBS (IRL) ETF MSCI Usa Infrastruct I-Dis

Dati principali

Nome: UBS (IRL) ETF MSCI Usa Infrastruct I-Dis
Sottostante: MSCI USA Infrastructure TRN
Mercato di riferimento: Tematici
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 0 EUR   Data:   Massimo (giorno): 0   Minimo (giorno): 0

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,48%
Armonizzato
Dividendo distribuito 204,1485 USD
Data stacco dividendo 31/7/2013
Descrizione e commento:
L'UBS (IRL) ETF MSCI Usa Infrastruct I-Dis replica l'indice MSCI USA Infrastructure TRN che raggruppa i titoli più importanti del settore delle infrastrutture quotati negli Stati Uniti. Questo Etf si rivolge a chi vuole puntare su un settore considerato aciclico e difensivo. E' prevista la distribuzione dei dividendi su base semestrale. Questo ETF fa parte della Classe “I” degli UBS ETF con TER (Total Expense Ratio) contenuto e valore minimo di sottoscrizione più elevato rispetto alla Classe "A", è quindi rivolto a investitori istituzionali o anche a investitori retail facoltosi.
Sintesi:
Questo ETF è adatto a chi voglia un investimento focalizzato sul comparto delle maggiori aziende operanti nel campo delle infrastrutture o desideri diversificare il proprio portafoglio con un comparto considerato aciclico e difensivo per la forte presenza di utility.
Indice sottostante:
l'indice MSCI USA Infrastructure TRN è basato sulla capitalizzazione di mercato rettificata
per il flottante composto da società statunitensi quotate operanti nel settore delle infrastrutture. I titoli sono rettificati per il flottante, classificati secondo i Global Industry Classification Standard e vagliati in termini di dimensioni, liquidità e flottante minimo.
Strategia:
Questo Etf permette un investimento focalizzato sul settore delle infrastrutture, un comparto tipicamente difensivo e aciclico. Lo strumento è favorito dalla forte necessità che di tali dotazioni hanno i Paesi in via di sviluppo, come Cina. Si tratta di aziende che operano soprattutto in situazione di monopolio o in regime di concessione, in settori caratterizzati da alte barriere all’entrata.
Fattori di rischio:
E' presente una sensibile esposizione al rischio di innalzamento dei tassi di interesse. Si tratta infatti di società con un indebitamento mediamente elevato. E' poi presente il rischio cambio con le società dell'indice quotate in dollari mentre la valuta di definizione dell’ETF è l'euro.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967