Scheda ETF

Nome: UBS Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF

Dati principali

Nome: UBS Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF
Sottostante: Barclays Emerging Markets USD Sovereign & Agency 3% Country Capped Index
Mercato di riferimento: Titoli di Stato
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 9,612 EUR   Data: 17.5.2021   Massimo (giorno): 9,624   Minimo (giorno): 9,612

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,42%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'UBS Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF permette di investire su bond governativi emergenti. L'investimento è concentrato in strumenti di debito denominati in dollari statunitensi emessi da entità sovrane e quasi sovrane di paesi emergenti. L’universo investibile è costituito da obbligazioni a tasso fisso e variabile. L'Etf prevede la distribuzione di dividendi a cadenza semestrale.
Sintesi:
L'UBS Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF permette di investire su bond governativi emergenti.
Indice sottostante:
Il Barclays Emerging Markets USD Sovereign & Agency 3% Country Capped Index è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato che persegue il rendimento del debito a tasso fisso e variabile in Dollari US emesso da emittenti sovrani e agenzie appartenenti ai Paesi Emergenti. I titoli componenti dell’Indice sono “investment grade”, oppure “high yield” oppure privi di rating. Gli emittenti societari non sono ammessi.
Strategia:
L’investimento in questo ETF è indicato a coloro che intendono diversificare il proprio portafoglio inserendo obbligazioni dei Paesi emergenti denominate in valuta statunitense. L’investimento è quindi indicato ad un investitore esperto, in quanto il rendimento risente in maniera significativa della componente cambio. L’investimento risulterà premiante se effettuato in una fase caratterizzata da espansione monetaria, con tassi di interesse calanti e con un tasso di inflazione contenuto. L’investimento risulta quindi poco adatto nei momenti di rafforzamento del clima economico internazionale quando si potrebbero verificare ritocchi ai tassi di riferimento.
Fattori di rischio:
L’investimento in questo Etf espone l’investitore europeo in maniera diretta alla oscillazione del cambio euro-dollaro; tutte le emissioni sono infatti denominate in valuta statunitense. Fondamentale prima di effettuare l’acquisto di questo Etf è una corretta analisi delle aspettative sulle dinamiche dei tassi di interesse. Eventuali rialzi dei tassi di riferimento potrebbero avere significative ripercussioni sul valore dei prezzi delle obbligazioni e di conseguenza sul rendimento complessivo dell’EFT.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967