Scheda ETF

Nome: iShares MSCI Australia Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares MSCI Australia Ucits ETF
Sottostante: MSCI Australia
Mercato di riferimento: Azionario Far East
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 38,395 EUR   Data: 28.5.2021   Massimo (giorno): 38,41   Minimo (giorno): 38,335

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,50%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'iShares MSCI Australia Ucits ETF replica l'andamento dell'indice Msci Australia che ricomprende le maggiori società quotate sull’Australian Stock Exchange. L'economia australiana risulta abbastanza dipendente dall'andamento del ciclo economico con la domanda di materie prime che risulta il principale driver di crescita.
Sintesi:
Questo ETF è adatto a chi vuole effettuare un investimento focalizzato sull'Australia. Permette una esposizione pressoché completa verso il mercato azionario australiano e può essere sfruttato anche come strumento per aumentare la diversificazione geografica del portafoglio. Da valutare correttamente la componente legata al rischio di cambio che potrebbe condizionare in maniera significativa il rendimento finale dell’investimento.
Indice sottostante:
L’indice MSCI Australia misura la performance di società quotate in Australia aventi una capitalizzazione di circa l’85% del mercato azionario australiano e che soddisfano i requisiti dimensionali minimi globali di MSCI. I settori più rilevanti sono quello finanziario e quello delle risorse di base. L'indice viene ribilanciato ogni tre mesi.
Strategia:
Questo ETF consente una discreta diversificazione settoriale anche se a prevalere sono i titoli finanziari e quelli delle risorse di base che rendono l’indice abbastanza correlato con l’andamento del ciclo economico e all’evoluzione dei prezzi delle materie prime.
Fattori di rischio:
E' presente il rischio cambio con il fondo quotato in dollari australiani, pertanto la performance sarà condizionata dall'evoluzione del tasso di cambio. Il rischio Paese è invece limitato visto che l'Australia è una delle più solide economie avanzate.

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967