Scheda ETF

Nome: SPDR Russell 2000 Small Cap Ucits ETF

Dati principali

Nome: SPDR Russell 2000 Small Cap Ucits ETF
Sottostante: Russell 2000 Small Cap
Mercato di riferimento: Azionario Small Cap
Emittente: SPDR ETF
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 35,195 EUR   Data: 2.7.2020   Massimo (giorno): 35,195   Minimo (giorno): 35,105

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi -5,12
6 mesi -5,12
12 mesi 12,26
36 mesi 10,92
  val.
Costi gestione annui 0,30%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Lo SPDR Russell 2000 Small Cap Ucits ETF replica l’indice Russell 2000 small cap, un paniere che raccoglie le migliori società a piccola capitalizzazione degli Usa. L’investimento, data la volatilità dell’indice sottostante, può essere effettuato anche in ottica di trading di medio o di breve periodo. I dividendi distribuiti dalle società facenti parte dell'indice sottostante vengono reinvestiti all'intero del fondo.
Sintesi:
Questo ETF sfrutta le potenzialità dei titoli a piccola capitalizzazione degli Usa. L’investimento è correlato al ciclo economico internazionale poiché l’indice ha una elevata esposizione verso i titoli industriali mentre è contenuto il peso di titoli non ciclici come telefonici e energetici.
Indice sottostante:
L’indice Russell 2000 Small Cap misura la performance del segmento small-cap dell’universo azionario degli Stati Uniti.
Strategia:
L'investimento in questo ETF permette di sfruttare le potenzialità dei titoli a bassa capitalizzazione degli Usa. Il profilo di rischio è elevato a causa della volatilità implicita in questi titoli. L’investimento è inoltre correlato al ciclo economico internazionale: l’indice infatti ha una elevata esposizione verso i titoli finanziari e industriali mentre è contenuto il peso di titoli non ciclici come telefonici e energetici.
Fattori di rischio:
L’indice Russell 2000 Small Cap è caratterizzato da un beta elevato e di conseguenza vanta un profilo di rischio aggressivo, essendo costituito da piccole società sulle quali l’investitore punta a capitalizzare in caso di rialzo del mercato Usa. Ne consegue che, a maggior rischio, si può portare a casa un maggior rendimento, ma riferendosi ad un arco temporale di lungo periodo. La valuta di denominazione dell’indice sottostante è il dollaro Usa quindi esiste un rischio di cambio associato all’investimento dipendente dalle eventuali fluttuazioni del rapporto di cambio tra l’Euro e il biglietto verde.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it