Scheda ETF

Nome: Lyxor Italia Equity PIR UCITS ETF

Dati principali

Nome: Lyxor Italia Equity PIR UCITS ETF
Sottostante: 75% FTSE MIB Index e 25% FTSE Italia Mid Cap Index
Mercato di riferimento: Azionario Italia
Emittente: Lyxor
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 104,56 EUR   Data: 19.7.2019   Massimo (giorno): 106,52   Minimo (giorno): 104,56

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,45%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Lyxor Italia Equity PIR UCITS ETF si espone per il 25% alle società Mid Cap italiane (dell’indice FTSE Italia Mid Cap) e per il 75% alle società Large Cap (dell’indice FTSE MIB). Questo mix rende l’ETF conforme alla normativa PIR ideata per supportare il finanziamento dell’economia reale italiana. Previsto un TER dello 0,45% anno. L'ETF è a replica fisica.
Sintesi:
Il Lyxor Italia Equity PIR UCITS ETF consente un'esposizione per il 25% alle società Mid Cap italiane (dell’indice FTSE Italia Mid Cap) e per il 75% alle società Large Cap (dell’indice FTSE MIB). Per beneficiare dell’esenzione fiscale prevista dalla normativa PIR, gli investitori privati devono detenere l’ETF continuativamente per almeno 5 anni presso un apposito Deposito Titoli PIR.
Indice sottostante:
L'indice Ftse Mib è composto dalle 40 società italiane a maggiore capitalizzazione e la ponderazione di ciascun componente non può superare il 15% ad ogni
riallineamento trimestrale.
Il Ftse Italia Mid Cap ricomprende le principali 60 società a media capitalizzazione non facenti parte dell'indice maggiore e nessuna componente dell’indice può superare il 10% della sua composizione.
La composizione dei due indici viene rivista quattro volte all’anno a marzo, giugno, settembre e dicembre.
Strategia:
L’ETF può essere acquistato, godendo dei benefici fiscali previsti dalla normativa PIR, anche dagli investitori privati su Borsa Italiana. Per beneficiare dell’esenzione fiscale, devono detenere l’ETF continuativamente per almeno 5 anni presso un apposito Deposito Titoli PIR.
E' idoneo per mantenere un'esposizione continuativa all'azionario italiano, legata sia alle società a maggiore capitalizzazione inserite nel Ftse Mib che a quelle a media capitalizzazione facenti parte del Ftse Mid Cap.
Fattori di rischio:
Non è presente il rischio cambio. L'economia italiana è una delle principali economie europee. Molte delle società facenti parte dell'indice Ftse Mib e del Ftse Italia Mid Cap hanno una buona fetta dei ricavi generata fuori dall'Italia e quindi dipendono dalla forza o meno della congiuntura a livello globale.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dove sarà l'indice Ftse Mib a fine 2019?
Molto superiore ai livelli attuali (18.760)
Molto al di sotto ai livelli attuali
Agli stessi livelli
Di poco superiore ai livelli attuali
Di poco inferiore ai livelli attuali

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]