Scheda ETF

Nome: iShares Global Clean Energy Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Global Clean Energy Ucits ETF
Sottostante: S&P Global Clean Energies Index
Mercato di riferimento: Tematici
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 11,194 EUR   Data: 16.4.2021   Massimo (giorno): 11,294   Minimo (giorno): 11,09

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,65%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,0511 USD
Data stacco dividendo 23/10/2013
Descrizione e commento:
Questo fondo a gestione passiva replica l’andamento dell’indice sottostante S&P Global Clean Energy, consentendo un investimento sulle principali società mondiali attive nella produzione di energia verde o di attrezzature e tecnologie per il settore dell’energia proveniente da fonti rinnovabili.
Sintesi:
L'iShares Global Clean Energy Ucits ETF consente un investimento focalizzato sulle principali società mondiali attive nel campo delle energie rinnovabili.
Indice sottostante:
L’indice S&P Global Clean Energy è un paniere che seleziona le maggiori società quotate nei principali mercati mondiali che svolgano la loro attività prevalentemente nell’ambito dell’energia pulita. I titoli attualmente componenti l’indice sono una trentina. L’allocazione geografica dell’indice mostra una situazione piuttosto diversificata. Gli Stati Uniti raggiungono da soli circa un terzo dell’investimento complessivo. Seguono con pesi meno importanti la Cina, la Spagna, la Germania, il Brasile, la Danimarca, la Norvegia, la Francia e l’Australia.
Strategia:
L’obiettivo di questa tipologia d’investimento è quella di focalizzarsi sui titoli legati al business delle energie rinnovabili. L’idea di fondo è quella secondo cui il crescente interesse verso fonti energetiche alternative ai combustibili fossili possa accrescere il valore delle aziende operanti in questo settore.
Fattori di rischio:
L’investitore italiano è sottoposto ad un elevato rischio di cambio per via del peso decisamente elevato di società che non fanno parte dell’area euro. La concentrazione settoriale dell’investimento e la marcata volatilità dell’indice sottostante consigliano di investire in questo strumento in ottica di diversificazione del portafoglio complessivo.

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967