Scheda ETF

Nome: SPDR Barclays Capital Euro Government Bond ETF

Dati principali

Nome: SPDR Barclays Capital Euro Government Bond ETF
Sottostante: Barclays Capital Euro Treasury Bond Index
Mercato di riferimento: Titoli di Stato
Emittente: SPDR ETF
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 66,95 EUR   Data: 16.4.2021   Massimo (giorno): 66,95   Minimo (giorno): 66,95

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,15%
Armonizzato
Dividendo distribuito 0,6459 EUR
Data stacco dividendo 31/7/2013
Descrizione e commento:
Lo SPDR Barclays Capital Euro Government Bond ETF è uno strumento di investimento che permette di prendere una posizione sui titoli di stato dei principali paesi dell’Eurozona. L'ETF offre un'esposizione a un paniere di obbligazioni governative con scadenze variabili. Questo tracker è in grado di offrire un'esposizione immediata a obbligazioni governative liquide, denominate in euro e con rating investment grade. La distribuzione del dividendo è semestrale.
Sintesi:
Questo ETF permette di prendere una posizione sui titoli di stato dei principali paesi dell’Eurozona. L’investimento risente negativamente dei rialzi dei tassi di interesse.
Indice sottostante:
Il Barclays Capital Euro Treasury Bond Index offre un'esposizione a un paniere di obbligazioni governative con scadenze variabili. Questo tracker è in grado di offrire un'esposizione immediata a obbligazioni governative liquide, denominate in euro e con rating investment grade. Il ribilanciamento del benchmark avviene con cadenza mensile.
Strategia:
Questo Etf è rivolto all’investitore che voglia accedere ad un investimento diversificato nei titoli di stato dell’area euro assicurandosi un flusso di cedole costante. Attraverso questo Etf, con un singolo acquisto, si accede a un paniere di emissioni obbligazionarie governative dei principali Paesi dell’Unione Europea. Complessivamente l’investimento può essere sfruttato per abbassare il livello di rischiosità di un portafoglio vista la bassa correlazione esistente tra mercato azionario e obbligazionario.
Fattori di rischio:
L’Etf risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse: risulta quindi poco adatto alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive. Il rendimento dell’Etf risente in maniera indiretta di eventuali aumenti dei costi di petrolio e materie prime: un rialzo di questi beni, infatti, solitamente si riflette in un aumento del tasso di inflazione che, a sua volta, generalmente si traduce in un rialzo dei tassi di interesse, producendo un effetto negativo sull’investimento nell’Etf.

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967