Scheda ETF

Nome: SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF

Dati principali

Nome: SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF
Sottostante: S&P Global Dividend Aristocrats Trn
Mercato di riferimento: Azionario Mondo
Emittente: SPDR ETF
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 29,58 EUR   Data: 28.5.2021   Massimo (giorno): 29,595   Minimo (giorno): 29,45

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,45%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Lo SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF permette di replicare la performance di una selezione di titoli azionari globali ad alto dividendo, riflettendo la performance dell'indice S&P Global Dividend Aristocrats. E' prevista la replica fisica completa con l'acquisto diretto di tutti i titoli facenti parte dell'indice sottostante.
Sintesi:
Questo ETF permette di investire su un paniere di titoli che distribuiscono un flusso elevato di dividendi con un costante aumentato della cedola negli ultimi 10 anni.
Indice sottostante:
Lo S&P Global Dividend Aristocrats Trn misura la performance delle società di tutto il mondo a maggiori rendimenti attesi ricomprese nel S&P Global Broad Market Index (BMI), che abbiano adottato una politica di stabilità o di incremento nella gestione dei dividendi per almeno 10 anni consecutivi.
Strategia:
Questo ETF è rivolto a chi intende sfruttare le potenzialità e l’andamento delle società che hanno distribuito dividendi elevati e in costante crescita negli ultimi 10 anni. L'indice consente una discreta diversificazione settoriale e geografica.
Fattori di rischio:
Uno dei fattori di rischio è l'incremento dei tassi di interesse, elemento che va a pesare sul debito delle società presenti nell'indice. L'Etf è denominato in euro e investe anche su società fuori dalla zona euro e pertanto è presente l'esposizione al rischio cambio tra l'euro e le valute dei titoli facenti parte dell'indice.

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967