Scheda ETF

Nome: Amundi Barclays Global Aggregate 500M Ucits ETF DR

Dati principali

Nome: Amundi Barclays Global Aggregate 500M Ucits ETF DR
Sottostante: Barclays Global Aggregate
Mercato di riferimento: Titoli di Stato
Emittente: AMUNDI Etf
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 53,77 EUR   Data: 3.7.2020   Massimo (giorno): 53,87   Minimo (giorno): 53,75

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi 0,77
6 mesi 0,77
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,20%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'Amundi Barclays Global Aggregate 500M Ucits ETF DR ha come obiettivo di gestione quello di replicare il rendimento dell'indice Barclays Global Aggregate che è composto da obbligazioni a tasso fisso di qualità investment grade di paesi sviluppati ed emergenti. I titoli che compongono l’indice hanno un rating di livello “investment grade” (stabilito sulla base della media delle valutazioni assegnate da Moody's, da S&P e da Fitch), hanno una vita residua di almeno un anno prima della scadenza finale.
Sintesi:
Questo ETF è rivolto a chi sia interessato ad investire nelle obbligazioni governative e corporate. L’investimento risente negativamente dell’avvio di politiche monetarie restrittive: è quindi opportuno valutare il livello e le attese sui tassi d’interesse prima di acquistare questo prodotto.
Indice sottostante:
L'indice Barclays Global Aggregate è composto da obbligazioni a tasso fisso di qualità investment grade di paesi sviluppati ed emergenti. I titoli che compongono l’indice sono denominati in più valute. L’indice comprende titoli di Stato, titoli di agenzie governative, titoli industriali e cartolarizzati a tasso fisso (inclusi MBS e ABS) con una emissione di almeno 500 milioni di euro.
Strategia:
Questo ETF è indicato all'investitore che vuole garantirsi un investimento diversificato su obbligazioni governative a su quelle corporate. L’Etf può essere utilizzato per ridurre il rischio complessivo di un portafoglio grazie alla bassa correlazione tra mercato obbligazionario ed azionario.
Fattori di rischio:
L’Etf risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse: risulta poco adatto quindi alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale, quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive. E' presente il rischio cambio poiché i titoli che compongono l’indice sono denominati anche in valute diverse dall'euro.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it