Scheda ETF

Nome: UBS Factor MSCI EMU Total Shareholder Yield UCITS ETF A-dis

Dati principali

Nome: UBS Factor MSCI EMU Total Shareholder Yield UCITS ETF A-dis
Sottostante: MSCI EMU Total Shareholder Yield
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 13,972 EUR   Data: 16.7.2020   Massimo (giorno): 13,972   Minimo (giorno): 13,972

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,28%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'UBS Factor MSCI EMU Total Shareholder Yield UCITS ETF A-dis punta su titoli statunitensi che prevedono una distribuzione dei dividendi superiore alla media o che hanno pianificato programmi di riacquisto dei propri titoli. Nella costruzione dell'indice sottostante sono penalizzate le società che, contemporaneamente, emettono debito e pagano i dividendi o lanciano piani di buyback. Il fondo adotta un metodo di replica fisica e prevede la distribuzione della cedola ogni 6 mesi.
Sintesi:
L’UBS Factor MSCI EMU Total Shareholder Yield UCITS ETF A-dis permette di investire su un paniere di titoli dell’Eurozona che distribuiscono un maggiore flusso di dividendi.
Indice sottostante:
L'indice MSCI EMU Total Shareholder Yield seleziona le società dell'area euro che hanno un ritorno in contanti per gli azionisti tramite riacquisto o pagamento dei dividendi. Questo indice ridistribuisce il capitale direttamente agli azionisti e cerca un’esposizione ridotta rispetto a società che hanno aumentato i livelli di debito per sostenere rimborsi.
Strategia:
L'ETF è concentrato in Europa e consente una discreta diversificazione settoriale con una preponderanza versi i titoli anticiclici. L’investimento in questo strumento viene preferito nei periodi storici caratterizzati da stagnazione o recessione economica. L'elevata distribuzione dei dividendi, inoltre, attenua l'impatto degli scenari negativi.
Fattori di rischio:
Uno dei fattori di rischio, oltre all'eventuale taglio dei dividendi in fasi di recessione acuta, è dato dall'incremento dei tassi di interesse in Europa, elemento che va a pesare sul debito, solitamente elevato per le società del comparto utility. L'Etf è denominato in euro e investe esclusivamente su società delll'eurozona: il rischio di cambio è dunque presente solo sotto forma indiretta, ossia per l'influenza che una moneta forte avrebbe sulle performance internazionali delle società.

Sondaggi

Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967