Scheda ETF

Nome: iShares MSCI EMU Large Cap UCITS ETF

Dati principali

Nome: iShares MSCI EMU Large Cap UCITS ETF
Sottostante: MSCI EMU Large Cap
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 39,095 EUR   Data: 2.12.2020   Massimo (giorno): 39,095   Minimo (giorno): 39,095

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi 19,37
6 mesi 19,37
12 mesi 19,37
36 mesi 16,23
  val.
Costi gestione annui 0,49%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'iShares MSCI EMU Large Cap UCITS ETF replica l’andamento dell’indice MSCI EMU Large Cap, che include oltre 100 titoli di società dell’Eurozona a grande capitalizzazione. Lo strumento appare indicato per chi desidera prendere un’esposizione sul mercato azionario europeo, privilegiando le aziende di maggiori dimensioni e dunque maggiormente internazionalizzate. I dividendi distribuiti dalle società presenti nell'indice sottostante vengono reinvestiti direttamente nel fondo.
Sintesi:
L'iShares MSCI EMU Large Cap UCITS ETF replica l’andamento dell’indice MSCI EMU Large Cap, che include oltre 100 titoli dell’Eurozona a maggiore capitalizzazione.
Indice sottostante:
L’indice MSCI EMU Large Cap è un indice azionario che riflette l’andamento di oltre 100 titoli di società ad elevata capitalizzazione dell’Eurozona. Comprende attualmente 10 paesi: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna. L’indice è ponderato per il valore di borsa del flottante ed è calcolato in Euro.
Strategia:
L'investimento in questo ETF è finalizzato a sfruttare le potenzialità e l’andamento delle società a maggiore capitalizzazione quotate nel Vecchio continente. L’Etf ha una buona diversificazione geografica e settoriale con una prevalenza del comparto finanziario.
L’ETF appare dipendente dal ciclo economico e adatto alle fasi espansive. Lo scenario più favorevole per l’investimento in questo Etf rimane quello di una forte crescita economica a livello europeo, preferibilmente caratterizzata da un basso tasso di inflazione e con tassi di interesse decrescenti.
Fattori di rischio:
A livello settoriale la prevalenza di titoli del comparto finanziario, utility e delle telecomunicazioni e rende l’ETF esposto all’andamento del ciclo economico. La dinamica dei tassi di interesse ha complessivamente una rilevanza contenuta, anche se l’investimento rimane senza dubbio favorito da politiche monetarie espansive.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967