Scheda ETF

Nome: BNPP Easy MSCI Jap ex Controversial Weapons EUR UCITS ETF

Dati principali

Nome: BNPP Easy MSCI Jap ex Controversial Weapons EUR UCITS ETF
Sottostante: MSCI Japan ex Controversial Weapons (NTR)
Mercato di riferimento: Azionario Giappone
Emittente: BNP Paribas AM
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 11,516 EUR   Data: 1.3.2021   Massimo (giorno): 11,516   Minimo (giorno): 11,516

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi 23,44
6 mesi 23,44
12 mesi 23,44
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,25%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il BNPP Easy MSCI Jap ex Controversial Weapons EUR UCITS ETF
è un fondo, appartenente alla categoria azionario Giappone, che replica l'andamento dell’indice MSCI Japan ex Controversial Weapons (NTR).
Sintesi:
Il BNPP Easy MSCI Jap ex Controversial Weapons EUR UCITS ETF permette una piena esposizione al Giappone e può essere sfruttato anche come strumento per incrementare la diversificazione geografica del portafoglio.
Indice sottostante:
L'MSCI Japan ex Controversial Weapons (NTR) comprende azioni delle maggiori società del Giappone. La valuta di riferimento delle azioni comprese nell’indice è lo yen. Una rivalutazione dello yen verso valute diverse dall'euro sfavorisce le società nipponiche, particolarmente votate all’esportazione, e quindi anche lo strumento, mentre una rivalutazione nei confronti dell’euro può essere in parte controbilanciata dal fatto che lo strumento viene negoziato nella valuta unica europea. Il numero di azioni è piuttosto ampio e in grado di garantire una copertura settoriale completa con una soddisfacente diversificazione. L'indice viene ribilanciato trimestralmente.
Strategia:
La presenza maggioritaria di azioni di aziende dei comparti finanziario e beni discrezionali lo caratterizza per un’elevata ciclicità e lo rende quindi adatto alle fasi di sviluppo del ciclo economico mondiale e, principalmente, di Stati Uniti e Cina, le due economie con cui l’interscambio commerciale giapponese è più rilevante.
Fattori di rischio:
Il rischio cambio è elevato in quanto l’indice comprende, ovviamente, solo aziende dell’area yen e dunque, una rivalutazione eccessiva di questa valuta ne sfavorisce le performance. Minore appare, invece, l’esposizione al rischio tassi di interesse per il livello tutto sommato contenuto di debito che caratterizza le imprese nipponiche, in particolar modo dopo un doloroso processo di ristrutturazione durante l’ultimo decennio.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967