Scheda ETF

Nome: Lyxor Ucits ETF Euro Stoxx 50 Dividends

Dati principali

Nome: Lyxor Ucits ETF Euro Stoxx 50 Dividends
Sottostante: Euro Stoxx 50 Dividends Points Futures Index
Mercato di riferimento: Style
Emittente: Lyxor
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 109,68 EUR   Data: 18.2.2016   Massimo (giorno): 109,68   Minimo (giorno): 109,68

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,25%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Lyxor Ucits ETF Euro Stoxx 50 Dividends replica un indice composto dai future sui dividendi delle 50 società dell’indice europeo Euro Stoxx 50. Al detentore del fondo viene riconosciuto inoltre il tasso Eonia sulla quota parte di capitale non impegnata nei margini dei future. Non è prevista nessuna marginazione, nessun roll-over delle scadenze e il lotto minimo è di un solo ETF (circa 90 euro). La complessità dello strumento lo rende adatto solo per investitori professionali sofisticati.
Sintesi:
Il Lyxor Ucits ETF Euro Stoxx 50 Dividends permette di replicare un indice composto dai future sui dividendi delle 50 società dell’indice europeo Euro Stoxx 50. Viene riconosciuto inoltre il tasso Eonia sulla quota parte di capitale non impegnata nei margini dei future.
Indice sottostante:
L'Euro Stoxx 50 Dividends Points Futures Index è composto dai future sui dividendi delle 50 società dell’indice europeo Euro Stoxx 50.
Strategia:
Investire nel Lyxor ETF Euro Stoxx 50 Dividends significa ritenere che il mercato stimi un ammontare di dividendi attesi minore rispetto a quello che stimerà in futuro e pertanto, grazie all’ETF, si ha l’obiettivo di realizzare proprio tale differenza.
Fattori di rischio:
Uno dei fattori di rischio, oltre all'eventuale taglio dei dividendi in fasi di recessione acuta, è dato dall'incremento dei tassi di interesse in Europa, elemento che va a pesare sul debito, solitamente elevato per le società del comparto utility. L'Etf è denominato in euro e investe esclusivamente su società delll'eurozona: il rischio di cambio è dunque presente solo sotto forma indiretta, ossia per l'influenza che una moneta forte ha sulle performance internazionali delle società.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967