Scheda ETF

Nome: Amundi Etf Msci Europe Utilities

Dati principali

Nome: Amundi Etf Msci Europe Utilities
Sottostante: Msci Europe Utilities
Mercato di riferimento: Indici settoriali
Emittente: AMUNDI Etf
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 186,62 EUR   Data: 27.9.2017   Massimo (giorno): 186,62   Minimo (giorno): 186,52

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi 0,35
6 mesi 0,35
12 mesi 0,35
36 mesi 0,35
  val.
Costi gestione annui 0,25%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito No
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'obiettivo dell'Amundi Etf Msci Europe Utilities è di replicare, sia al rialzo che al ribasso, l'andamento dell'indice MSCI Europe Utilities, denominato in euro. Questo ETF consente di ottenere, con un'unica transazione, un'esposizione a circa 30 titoli europei del settore dei servizi pubblici. Questo ETF non stacca dividendo (total return), pertanto le cedole staccate dai singoli titoli presenti nell'indice sottostante vengono direttamente incorporate nella quotazione corrente dell'Etf.
Sintesi:
L'Amundi Etf Msci Europe Utilities permette di prendere posizione sulle maggiori utilities europee. L’investimento è da sconsigliare nelle fasi caratterizzate dall’avvio di politiche monetarie restrittive, mentre è lecito attendersi una buona performance quando gli operatori iniziano ad avere aspettative negative sull’andamento del ciclo economico.
Indice sottostante:
L'indice MSCI Europe Utilities annovera al suo interno circa 30 titoli europei del settore dei servizi pubblici.s
Strategia:
Permette di prendere posizione su un settore anticiclico coem quello delle utilities. Le utilities sono infatti considerate azioni tipicamente difensive, ovvero titoli su cui puntare quando si percepisce un indebolimento del clima economico generale. L’Etf può essere inserito anche all’interno di un portafoglio con il fine di aumentare la diversificazione settoriale dell’investimento complessivo.
Fattori di rischio:
Questo Etf risente in maniera accentuata dei rialzi dei tassi d’interesse in considerazione dei maggiori oneri finanziari che vanno a colpire un settore caratterizzato mediamente da un tasso di indebitamento elevato. Lo strumento è denominato in euro ma l’importante presenza di titoli britannici fa sì che l’investimento venga condizionato dall’andamento del cambio euro sterlina.

Ultime dai Blog

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967