Sterlina in caduta, Brexit non oltre il 2020 e periodo transizione più corto

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Valeria Panigada

17 dicembre 2019 - 10:22

MILANO (Finanza.com)

Crollo della sterlina nei confronti del dollaro e dell'euro, in scia ad alcune indiscrezioni secondo cui il governo inglese vorrebbe impedire legalmente che il processo Brexit si estenda oltre il 2020. Una intenzione che potrebbe aumentare le possibilità di una uscita difficile della Gran Bretagna dall'Unione europea. Questa mattina la sterlina scivola di oltre 1 punto percetnuale rispetto al dollaro a 1,319, dopo che nei giorni scorsi aveva guadagnato terreno con la vittoria elettorale del partito conservatore del premier Boris Johnson e le speranze per una rapida risoluzione della saga Brexit. La valuta inglese si indebolisce anche nei confronti dlel'euro, con il cambio euro/sterlina in rialzo dello 0,71% a 0,844.

Secondo alcune indiscrezioni raccolte dalla Bbc, Londra potrebbe approvare questa settimana un disegno di legge che escluderebbe che il periodo di transizione post-Brexit, necessario per regolarizzare alcuni aspetti, come il commercio, possa essere prorogato fino a due anni. La revisione della proposta di legge imporrebbe al Regno Unito di disporre di accordi per lasciare l'Ue entro il 31 dicembre del prossimo anno, stabilendo una scadenza rigida.

Tutte le notizie su: sterlina Brexit

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967