Petrolio non si infiamma con accordo: quotazioni tornano a calare

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

14 aprile 2020 - 10:43

MILANO (Finanza.com)

Il petrolio torna a imboccare la strada dei ribassi, con il Wti e il Brent che lasciano non terreno rispettivamente l'1,38% a 22,09 dollari al barile e l'1,04% a 31,43 dollari. Performance deboli nonostante l'Opec +, alleanza tra i paesi dell'Opec guidati dall'Arabia Saudita e tra i paesi non Opec guidati dalla Russia, sia riuscita a trovare un accordo per tagliare l'offerta, nei mesi di maggio e giugno, di 9,7 milioni di barili al giorno. "L’accordo per certi versi storico per quanto riguarda l’inclusività, rischia di non essere sufficiente per pareggiare gli eccessi di offerta almeno nel breve termine", sottolineano gli esperti di Mps Capital Services.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967