Banca centrale Brasile taglia tassi al 3%. Pochi giorni fa il downgrade dell'outlook da Fitch

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

7 maggio 2020 - 08:02

MILANO (Finanza.com)

Banco Central do Brasil, la banca centrale del Brasile, ha tagliato i tassi dello 0,75% al 3%. Il taglio è stato superiore al -0,50% atteso dagli analisti.

L'istituzione ha motivato la mossa con la contrazione economica in atto nel paese, superiore a quanto stimato, e ha aperto alla possibilità di ulteriori tagli in occasione della prossima riunione.

Qualche giorno fa Fitch ha tagliato l'outlook da "stabile" a "negativo", annunciando di prevedere per il paese una contrazione del Pil pari a -4% nel 2020, a causa delle conseguenze del coronavirus sull'economia.

Fitch ha confermato il rating "junk" a "BB-", stimando un deficit in rialzo fino al 13% del Pil per quest'anno.

Le previsioni di Société Générale sono peggiori: gli analisti della banca francese prevedono una contrazione del Pil brasiliano pari a -7,4% nel 2020, oltre a un debito-Pil in crescita fino al 100% nel 2022.

Gli ultimi dati hanno messo in evidenza che il rapporto debito-Pil relativo al mese di marzo è salito al 78,4% del Pil, vicino al record testato dal paese, pari al 79% dello scorso anno.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967