Roubini: protezionismo Trump potrebbe peggiorare, rischio di guerre commerciali a danno di economie e mercati

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

7 febbraio 2018 - 15:29

MILANO (Finanza.com)

"Questo sgradito mix di politica fiscale eccessivamente accomodante e di politica monetaria restrittiva irrigidirà ancora di più le condizioni finanziarie, danneggiando i redditi degli operai e in generale della working class e le prospettive relative all'occupazione". Lo scrive Nouriel Roubini, in un articolo pubblicato su Project Syndicate.

A quel punto, prevede l'economista "il governo già improntato al protezionismo di Trump dovrà adottare ulteriori misure protezionistiche al fine di garantirsi il sostegno dei lavoratori blue-collar, ostacolando così ancora di più la crescita economica e zavorrando i profitti societari".

E se "Trump spingerà troppo sul protezionismo, scatenerà senza alcun dubbio guerre commerciali. I partner commerciali dell'America a quel punto non avranno altra scelta se non rispondere alle restrizioni sulle importazioni Usa, imponendo i loro propri dazi sulle esportazioni americane".

Tale situazione "ostacolerà la crescita dell'economia globale, danneggerà ovunque le economie e i mercati".

A tal proposito, "vale la pena ricordare che fu  il Smoot-Hawley Tariff Act del 1930" a scatenare quelle guerre commerciali che esacerbarono la Grande depressione", sottolinea Roubini.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967