Finanza Notizie Mondo Helicopter money di emergenza a Portorico: Fed invia jet carico di soldi dopo uragano Maria

Helicopter money di emergenza a Portorico: Fed invia jet carico di soldi dopo uragano Maria

Potrebbe essere chiamato helicopter money di emergenza, visto che di mezzo c’è una banca centrale, in particolare la Fed.

Nei giorni successivi alla devastazione che l’uragano Maria ha portato a Porto Rico, un banchiere locale ha alzato il telefono e ha chiesto contanti direttamente alla Federal Reserve.

William Dudley, numero uno di New York, ha agito immediatamente informando la Banca centrale, e ha fatto partire un jet carico di banconote in direzione dell’isola.

A fare la telefonata è stato Richard Carrion, presidente esecutivo di Popular, prima banca in Portorico per valore totale dei depositi.

Carrion, ha raccontato lui stesso a Bloomberg, aveva incontrato in quelle ore concitate l’amministratore delegato di Popular Ignacio Alvarez, per fare il punto della situazione: il problema, nel brevissimo termine, era l’assenza di cash, di contanti.

Sia Carrion che Alvarez parlarono dell’urgenza con cui le aziende clienti chiedevano alla banca centinaia di migliaia di dollari per riuscire ad effettuare i pagamenti e della difficoltà, anche, di trovare auto blindate che potessero soddisfare la domanda infinita di denaro presso gli sportelli Bancomat.

Così si presentava l’isola lo scorso mese, con l’uragano Maria che aveva praticamente raso al suolo non solo 100.000 strutture – secondo stime che il governo stesso definisce conservative – ma anche l’intera rete elettrica.

Il conseguente blackout aveva messo fuori uso tutti i sistemi di pagamento elettronici, costringendo una popolazione diventata ormai dipendente dalle carte di credito a riabituarsi del tutto al cash. 

La situazione rimane preoccupante anche se Carrion, pur ammettendo la gravità della situazione, ha detto di essere ottimista, in quanto fiducioso sulla possibilità che l’isola sperimenti “un piccolo boom edilizio”, grazie agli aiuti ricevuti e alle assicurazioni.

La banca che presiede, Popular, rischia tuttavia un downgrade da Ficth Rating e il titolo ha ceduto l’11% sul Nyse dal giorno dell’uragano.

Al momento, nove portoricani su dieci sono ancora senza elettricità; in metà dell’isola non c’è acqua potabile, le scuole sono chiuse, il governo ha imposto il coprifuoco e le aziende si stanno affannando a sopravvivere.

Nella giornata di venerdì scorso, la metà delle filiali della banca Popular era ancora chiusa, così come due terzi degli sportelli Bancomat.

Con l’helicopter money in realtà l’episodio ha in comune solo l’immagine, che viene subito in mente, di un banchiere centrale che fa volare soldi dall’alto.

Il vero helicopter money è una strategia di politica monetaria, finora mai adottata, con cui le banche centrali, invece che alle banche, erogano soldi direttamente nei conti correnti dei cittadini.