Elezioni presidenziali 2020: e ora Donald Trump litiga anche con Twitter: 'sopprime diritto parola'

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

27 maggio 2020 - 07:49

MILANO (Finanza.com)

E ora Donald Trump litiga anche con Twitter. E lo fa, ovviamente, accanendosi contro il colosso americano di microblogging attraverso un tweet.

Il tutto nasce da Twitter che, per la prima volta in assoluto, riprende un presidente degli Stati Uniti, segnalando un suo post. Motivo: il tweet conterrebbe "informazioni potenzialmente fuorvianti sui processi di voto".

Il riferimento è al post con cui Trump si è scagliato contro l'opzione, segnalata da alcuni stati americani, di ricorrere al voto per posta nell'Election Day del prossimo novembre, a causa dell'emergenza coronavirus COVID-19.

Twitter ha segnalato il tweet, invitando i follower a "informarsi sul voto per corrispondenza".

A quel punto Trump non ci ha visto più e ha postato un nuovo tweet:

@Twitter sta interferendo nelle elezioni presidenziali del 2020. Sta affermando che la mia dichiarazione sul voto per posta (Mail-In Ballots), voto che porterà a corruzioni e frodi massicce, non è corretta, in base al fact-checking di Fake News CNN e del Washington Post di Amazon. Twitter sopprime del tutto il DIRITTO DI PAROLA e io, come Presidente, non permetterò che ciò accada!".

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967