Wirecard crolla fino a -60% e trascina giù il Dax, E&Y non firma bilancio 2019

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Redazione Finanza

18 giugno 2020 - 11:35

MILANO (Finanza.com)

Crollo verticale a Francoforte del titolo Wirecard, arrivato a -60% a quota 43 euro dopo la notizia che la società di revisione Ernst & Young (E&Y) ha comunicato che finora non è stato possibile ottenere prove sufficienti relative ai saldi di cassa sui conti fiduciari di 1,9 miliardi di euro (circa un quarto del totale dello stato patrimoniale consolidato 2019).

Il consiglio di amministrazione di Wirecard collabora intensamente con il revisore per chiarire la situazione", ha affermato la società tedesca di pagamenti digitali che avrebbe dovuto comunicare i suoi risultati finanziari oggi, dopo aver già ritardato tre volte la sua pubblicazione. Se i bilanci annuali e consolidati certificati non saranno resi disponibili entro il 19 giugno 2020, i prestiti concessi a Wirecard AG per un importo di circa 2 miliardi possono essere chiusi.

Il crollo di Wirecard si riflette anche sull'intero indice Dax che è virato in negativo nell'ultima mezz'ora.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967