Scandalo Wirecard: anche l'ex vicedirettore Jan Marsalek rischia l'arresto, titolo di nuovo giù

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Valeria Panigada

24 giugno 2020 - 14:33

MILANO (Finanza.com)

La
procura di Monaco sarebbe pronta a chiedere un mandato di arresto per l'ex vicedirettore Jan Marsalek nel corso delle indagini sullo scandalo contabile che ha coinvolto la fintech tedesca. Lo riporta Handelsblatt, citando fonti anonime vicine alla vicenda. Intanto Markus Braun, l'ex Ceo di Wirecard, sarebbe stato rilasciato dopo essersi arreso alle autorità nei giorni scorsi. Per Wirecard è emerso un buco di bilancio di 1,9 miliardi di euro con la società di revisione EY che si è rifiutata di certificare il bilancio 2019 e il cda della società ha ammesso che probabilmente non esistono i saldi dei conti fiduciari bancari per tale importo di 1,9 miliardi (un quarto del bilancio della società). Il titolo Wirecard sulla Borsa di Francoforte cede in questo momento oltre 20 punti percentuali, proseguendo la sua discesa repentina mettendo in serio dubbio la continuità aziendale.

Tutte le notizie su: Wirecard

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967