S&P: India verso shock PIL a -9% con aumento casi Covid

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

14 settembre 2020 - 11:12

MILANO (Finanza.com)

La presa del Covid non accenna a mollare l'India, il paese che ormai da tempo detiene il primato di maggiori casi giornalieri. S&P Global Ratings prevede che l'economia del paese si contrarrà del 9% nell'anno fiscale in corso, che si concluderà il 31 marzo 2021 rispetto al -5% indicato in precedenza. "L'aumento dei casi di COVID-19 in India manterrà la spesa privata e gli investimenti inferiori più a lungo", rimarca S&P. L'economia indiana è diminuita del 23,9% anno su anno nel periodo da marzo a giugno. La pandemia e le rigide misure di blocco applicate per combatterla hanno fatto crollare i consumi privati ​​del 26,7%, mentre gli investimenti fissi sono scesi del 47,1%. Una maggiore spesa per il welfare ha impedito un calo ancora più netto della crescita.

Sebbene l'India abbia allentato i blocchi a giugno, S&P ritiene che la pandemia continuerà a frenare l'attività economica. Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, i nuovi casi al giorno in India sono stati in media quasi 90.000 nella settimana terminata l'11 settembre dopo aver mantenuto una media di circa 70.000 al giorno in agosto.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967