Bank of Japan lascia tassi invariati, acquisti ETF continuano. Effetto pandemia, peggiorato outlook export e produzione

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

22 settembre 2021 - 07:26


MILANO (Finanza.com)

La Bank of Japan guidata da Haruhiko Kuroda ha lasciato invariato il target dei principali tassi di riferimento del Giappone, come da attese:

il target dei tassi dei titoli di stato giapponesi a 10 anni è rimasto fermo allo zero per cento, mentre il target dei tassi di breve termine è stato lasciato al -0,10%.

Confermato anche il bazooka monetario con cui la banca centrale acquista ETF al limite annuale di 12 trilioni di yen (equivalente di $110 miliardi).

La BOJ ha diramato un outlook ancora debole per l'economia del Giappone, parlando di "ripresa del trend", ma anche di un'economia che rimane "gravi condizioni", a causa dell'impatto della pandemia Covid-19.

L'istituzione ha tagliato di conseguenza le proprie stime sulla produzione e sulle esportazioni, precisando che l'export e la produzione continuano a salire, anche se colpite in modo temporaneo dai limiti dell'offerta.

Anche il capex, ha sottolineato la BOJ, è in ripresa, sebbene alcuni settori indichino ancora una certa debolezza. I consumi, invece, continuano a essere stagnanti.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967