Piazza Affari e Borse europee verso avvio misto, focus su dati lavoro Usa e Opec+

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

4 dicembre 2020 - 08:39

MILANO (Finanza.com)

Per i principali mercati europei (Piazza Affari compresa) si preannuncia un avvio di contrattazioni misto dopo la chiusura mista di ieri Wall Street e quella in calo della Borsa di Tokyo.

Il tutto in una giornata in cui gli investitori attendono i dati sul mercato del lavoro americano per il mese di novembre, un rapporto chiave per testare e misurare il ritmo della ripresa occupazionale negli Stati Uniti di fronte a una pandemia in peggioramento. Come ogni primo venerdì del mese, a partire dalle 14:30 ora italiana il dipartimento del lavoro Usa comunicherà il tasso di disoccupazione atteso al 6,8% e la variazione degli occupati non agricoli (nonfarm payrolls, con consensu Bloomberg a +475mila).

Sotto osservazione anche il dollaro che, come ricorda l'ufficio studi di Intesa Sanpaolo, "è sceso ancora, ampiamente, aggiornandosi su nuovi minimi, al mantenersi del mercato in modalità risk-on su attese di nuovo stimolo fiscale negli Usa e dell’avvio a breve delle vaccinazioni anti-Covid". Gli esperti aggiungono che sarà importante vedere se (e come) oggi il biglietto verde reagirà all’employment report, atteso nel complesso positivo.

Intanto si guarda anche alle performance del petrolio, dopo che l'Opec+, alleanza tra paesi Opec e non Opec come la Russia, ha annunciato di aver deciso che, a partire dal prossimo gennaio, la produzione di petrolio crude sarà aumentata di 500.000 barili al giorno. Questo significa che l'ammontare totale di tagli, all'inizio del 2021, scenderà a 7,2 milioni di barili al giorno, rispetto ai 7,7 milioni di barili al giorno di tagli in vigore dallo scorso agosto e ai tagli da 9,7 milioni di barili al giorno che l'alleanza aveva deciso lo scorso maggio, nell'ambito di una strategia tesa a risollevare le quotazioni del petrolio.

A livello macro, tra i dati da monitorare oltre all'employment report, gli ordini industriali e il dato finale degli ordini di beni durevoli sempre negli Stati Uniti.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967