Unimpresa: l’indagine Consob dimostra che i tempi della riforma sono sbagliati

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Riccardo Designori

12 febbraio 2015 - 14:03

MILANO (Finanza.com)

Lo strano movimento delle quotazioni di Borsa che ha interessato nelle scorse settimane le banche popolari ha fatto accendere i fari alla Consob. Oggi la notizia è che anche la Procura di Roma ha aperto un’inchiesta sulle operazioni di quei giorni.

“L’indagine avviata dalla Consob, che sospetta movimenti anomali sui titoli quotati delle banche popolari in corrispondenza dell'approvazione della riforma da parte del consiglio dei ministri del 20 gennaio scorso, dimostra che quantomeno i tempi dell'intervento normativo sono sbagliati: non servono norme frettolose in un comparto che, nel suo complesso, funziona” ha dichiarato a riguardo il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, dopo l'avvio delle verifiche Consob sugli acquisti anomali di titoli di banche popolari nei giorni precedenti il via libera del governo alla riforma del settore.

“Siamo convinti che una riforma non sia necessaria e che in ogni caso servono riflessioni per non fare danni. I numeri, in effetti, raccontano una situazione sostanzialmente positiva per quanto riguarda la relazione tra il credito popolare e la clientela”, ha aggiunto Longobardi.

Sulla base dei dati forniti dalla Banca d’Italia e dell’analisi dei bilanci delle banche popolari e del credito cooperativo in generale, il Centro studi di Unimpresa ha stimato che tale categoria ha erogato, nel triennio 2010–2013, 6,3 miliardi in più di credito rispetto alla media del triennio precedente, di fronte a una contrazione pari a 52 miliardi per quanto concerne il resto del sistema bancario.

Nei primi 5 anni dallo scoppio della crisi, le banche di credito cooperativo, a livello europeo (dove rappresentano circa il 20% dell’ammontare complessivo del credito) hanno registrato numeri significativamente positivi, con un incremento della raccolta del 28%, mentre la clientela ed il numero dei soci hanno subito un aumento del 5% e del 4,5% rispettivamente.

Tutte le notizie su: Unimpresa, consob, borsa italiana

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967