UniCredit/Intesa Sanpaolo: fallimento Alitalia dovrebbe avere impatto limitato sui conti (analisti)

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessio Trappolini

25 aprile 2017 - 11:16

MILANO (Finanza.com)

Quali potrebbero essere le ricadute dell’eventuale fallimento di Alitalia sul sistema creditizio italiano? Se lo domandano in questi giorni gli investitori visto che il piano di rilancio della compagnia aerea non è andato a buon fine e considerato che le due principali banche del Paese, Ucg e Intesa Sanpaolo, sono esposte al capitale di rischio dell’ex compagnia di bandiera rispettivamente per il 16,7% e il 16,3% attraverso la CAI (Compagnia Aerea Italiana).

Ieri i dipendenti di Alitalia si sono espressi contro il nuovo business plan che prevedeva il rilancio della compagnia aerea, da effettuare attraverso un netto taglio dei costi del personale. Le possibilità ora di fronte ad Alitalia sono due: la procedura fallimentare o un intervento del Governo.

Intesa e Ucg detengono inoltre diverse linee di credito aperte verso Alitalia. Secondo un analista interpellato dalla nostra redazione “le partecipazioni dovrebbero essere già state ampliamente svalutate mentre sulle linee di credito le banche avrebbero già effettuato degli accantonamenti prudenziali limitando quindi in modo sostanzioso i possibili futuri impatti negativi”.

Tutte le notizie su: 2017, unicredit, intesa sanpaolo

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967