Sias e Auto To-Mi: Credit Suisse, bisogna entrare sulla debolezza

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Micaela Osella

19 luglio 2005 - 15:03

MILANO (Finanza.com)

Quo
tazioni che scottano. Non stiamo parlando dei titoli petroliferi, ma di Autostrade Torino-Milano e Sias. Così gli analisti del Credit Suisse First Boston consigliano agli investitori di entrare, ma sulla debolezza. Il broker al quale non è sfuggita la notizia dell'acquisto dello 0,5% di Bnl da parte di Sias sostiene che la performance del titolo ieri non era affatto giustificata. "L'operazione non comporta rischi sugli utili o un impatto sulla valutazione", spiegano nel report raccolto da Finanza.com. Dunque avanti tutta. Dall'altra parte Sias è un titolo interessante in vista della revisione delle tariffe in arrivo, della potenziale acquisizione di una quota della Milano Mare, spiegano alla casa d'investimento. Anche Autostrade Torino-Milano non è da disdegnare. "Ci piace molto questo titolo per il suo carattere difensivo e per la sua esposizione alla potenziale crescita di Sias", scrive G.Medda nella nota. Secondo i calcoli dell'esperto del Csfb il potenziale di rialzo di Tomi è di ben il 29% sul una valutazione di 22,90 euro per azione. Rating outperform (titolo che farà meglio del mercato) confermato su entrambi i titoli.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967