Notiziario Notizie Italia RC auto: per i neopatentati a Napoli costa il 150% in più che a Milano

RC auto: per i neopatentati a Napoli costa il 150% in più che a Milano

I costi dell’Rc auto dividono il Sud dal resto d’Italia. Se si esamina, infatti, la differenza tra la miglior tariffa disponibile per un neopatentato diciottenne residente a Napoli ed un coetaneo che risiede a Milano, ecco che emerge un divario a sfavore del capoluogo campano di oltre il 150%. Lo dice l’analisi effettuata da Facile.it sui neopatentati, che in Italia sono poco più di 554.000, ovvero l’1,55% degli automobilisti titolari di patente B.

Città che vai, Rc auto che trovi
Facile.it ha fatto alcune simulazioni del costo dell’Rc auto per i neopatentati diciottenni residenti in alcune delle principali città italiane, considerando lo stesso modello d’auto e la medesima classe di merito (CU14). Se a Milano la miglior tariffa per chi si mette al volante per la prima volta è pari a 746 euro, a Bologna sale a 871 euro mentre a Roma arriva a 943 euro e a Cagliari a 979 euro. Importi ben più alti se ci si sposta a Sud. La miglior tariffa per un nuovo automobilista neomaggiorenne residente a Palermo è pari a 1.152 euro, premio che sale a 1.234 euro per un coetaneo di Bari e, addirittura, a 1.924 euro se residente a Napoli.

Un’opportunità concreta di risparmio è data dalla Legge Bersani del 2007, che consente a chi si assicura di ereditare la classe di merito maturata su un altro veicolo di proprietà di un familiare o convivente. Un neopatentato, quindi, grazie a questa potrebbe partire non dalla 14esima classe bensì dalla migliore presente all’interno del nucleo familiare, con importanti riduzioni del costo dell’Rc auto. Attenzione però, per usufruire di questo vantaggio il veicolo che si assicura deve essere della stessa tipologia di quello da cui si prende classe di rischio e il passaggio di classe può avvenire solo su veicoli che vengono assicurati per la prima volta all’interno del nucleo familiare.