Quirinale: elezione Presidente della Repubblica subito o pericoli da stallo istituzionale

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Riccardo Designori

30 gennaio 2015 - 18:58

MILANO (Finanza.com)

Fumata nera, la terza, anche oggi per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Tanto che il Premier Matteo Renzi ha auspicato che sulla candidatura di Sergio Mattarella “si determini la più ampia convergenza possibile per il bene comune dell'Italia".

La necessità di individuare il successore di Giorgio Napolitano nel minor tempo possibile, quindi già nel corso del fine settimana e prima della riapertura dei mercati di lunedì, è un tema caro anche a Paolo Longobardi, Presidente di Unimpresa.

“I partiti devono fare presto: l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica avvenga subito in modo da allontanare i pericoli derivanti da uno stallo istituzionale”, ha dichiarato il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, aggiungendo che “dopo la fumata bianca, che ci auguriamo di vedere al massimo entro domenica, Governo e Parlamento devono tornare immediatamente a impegnarsi sulle emergenze, sulle misure per la ripresa e sulle riforme per l'economia”.

Per il presidente di Unimpresa ci tiene comunque ad evidenziare come la sua esortazione a fare presto non vuol dire comunque “accontentarsi o eleggere qualcuno solo con la logica del compromesso”.

“Al Quirinale, come figura di garanzia istituzionale e pure di rappresentanza internazionale, serve una persona di alta rappresentatività e di elevato profilo”, specifica in tal senso Longobardi.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967