Piazza Affari: banche sotto il tiro dei venditori, flessione marcata per Bper e Banco Bpm

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessio Trappolini

10 febbraio 2017 - 12:27

MILANO (Finanza.com)

Piazza Affari fanalino di coda in Europa, in questa mattinata dal tono smorzato e caratterizzata dall’attesa per il giudizio sul rating che questo pomeriggio (a mercato chiuso) l’agenzia Moody’s diffonderà. In questo quadro l’indice FTSE Mib arretra dello 0,75% a 18.800 punti. Pressione sul settore bancario, con la serie di trimestrali snocciolate dai principali istituti fra ieri e oggi.

Particolarmente penalizzati i titoli Bper Banca, -6,5% a 4,82 euro, e Banco Bpm, -4,35% a 2,37 euro. L’istituto modenese ha reso noti i conti del quarto trimestre 2016, evidenziando una perdita netta superiore alle attese, risultato su cui hanno pesato gli ingenti accantonamenti su crediti.

Resiste solo UniCredit, +0,4% a 12,6 euro, dopo che ieri il management ha praticamente confermato tutti gli obiettivi al 2019. Sempre sul fronte dei rialzi si annovera il guizzo di Buzzi Unicem, +3,11% a 23,48 euro, e la performance di Salvatore Ferragamo, +1,3% a 26,36 euro, con gli analisti di Goldman Sachs che hanno alzato il target price del titolo della maison del lusso a 27 euro dal precedente 20,6 euro, migliorando le stime di eps per il periodo 2017-2018.

Tutte le notizie su: 2017, borsa italiana

Vai alle quotazioni di:

Notizie su Buzzi Unicem

Notizie su Unicredit

Notizie su Banco Bpm

Notizie su Bper Banca

Notizie su Salvatore Ferragamo

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it