News Finanza Notizie Italia Piazza Affari apre l’ottava in deciso calo, si salva Leonardo

Piazza Affari apre l’ottava in deciso calo, si salva Leonardo

Incipit di settimana difficile per Piazza Affari. Il Ftse Mib segna in chiusura -2,74% a quota 22.832,56 punti. Sui mercati continua a prevalere il risk-off dopo l’ennesima settimana chiusa con saldo negativo. A impensierire sono ancora i lockdown in Cina e gli imminenti dati sull’inflazione statunitense. Il presidente cinese Xi Jinping nel weekend ha reiterato l’intenzione della Cina di continuare a portare avanti la politica zero Covid.

A Piazza Affari è salita in controtendenza Leonardo (+1,4%) che starebbe lanciando il suo M-345 High Efficiency Trainer (“HET”) in Slovacchia come potenziale sostituto dell’Aero L-39CM/L-39ZAM presente in quel paese. In aggiunta un altro sostegno arriva dal fatto che l’Aeronautica Militare Colombiana avrebbe smentito le voci sulla sua decisione di acquistare il coreano “TA-50”; in tal caso rientrerebbe in gioco l’M-346 “Master” di Leonardo.

In affanno tra le big i titoli Enel (-2,2%) ed Eni (-3,9%). Male anche TIM (-2,5%) su cui Equita ha abbassato il target portandolo da 0,43 euro a 0,39 euro per riflettere sui multipli il rialzo dei tassi. Complessivamente gli analisti hanno alzato dell’1,7% l’Ebitda Adjusted nel periodo 2022-23, mentre è stato abbassato del -0,4% l’Ebitda Adjusted del 2024.