Mediaset: diritti Serie A, offerte troppo basse. C'è tempo fino a venerdì, ma senza accordo rischio MediaPro

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Valeria Panigada

23 gennaio 2018 - 11:37

MILANO (Finanza.com)

Nulla di fatto per il bando sui diritti della Serie A, che va dunque alle trattative private fino a venerdì 26. Le offerte di Sky e Mediaset, presentate ieri, sono state pari complessivamente a 800 milioni di euro, sotto i 1,05 miliardi attesi dalla Lega Calcio. In particolare, Mediaset avrebbe offerto 200 milioni contro i 260 milioni richiesti per le principali 8 squadre sul digitale terrestre. "L'offerta presentata da Mediaset - commentano oggi gli analisti di Equita, che confermano un giudizio hold sul titolo - conferma l'obiettivo di pagare un prezzo che permetta a Premium di raggiungere il breakeven".
Se entro venerdì non si troverà un accordo, la Lega potrebbe cedere l'intero pacchetto ad un intermediario che secondo il Sole 24Ore sarebbe la spagnola MediaPro che avrebbe presentato un'offerta da 990 milioni all'anno, per tutti i diritti. Gli spagnoli dovrebbero poi accordarsi coi singoli operatori. L'incertezza sull'esito del bando pesa sul titolo Mediaset che questa mattina a Piazza Affari rimane fermo sulla parità.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967