Italia: Pmi manifatturiero risale a luglio, passa da 47,5 a 51,9

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

3 agosto 2020 - 09:58

MILANO (Finanza.com)

Gli ultimi dati Pmi hanno segnato a luglio il primo miglioramento dello stato di salute del settore manifatturiero italiano in quasi due anni. Secondo i dati diffusi da Ihs Markit, l’indice destagionalizzato Pmi del settore manifatturiero italiano è aumentato a 51,9 a luglio da 47,5 di giugno. L’indice Pmi principale è stato inoltre il maggiore da giugno 2018.

"I dati di luglio in generale suggeriscono come il settore sia sulla giusta direzione verso la ripresa, con le previsioni sulla produzione futura rimaste decisamente positive. Detto ciò, dopo uno shock così estremo, la strada verso la ripresa è ancora lunga ed è essenziale che le condizioni della domanda continuino a migliorare", commenta Lewis Cooper, economista di Ihs Markit, indicando però che l’introduzione di nuove misure restrittive per contrastare la 'seconda ondata' della pandemia potrebbe ostacolare la ripresa.


Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967