Finanza Notizie Italia Iliad sbarca in Italia: tutti i dettagli. Levi a FOL TV: “Offerta per sempre. Gli altri? Facciano come vogliono”

Iliad sbarca in Italia: tutti i dettagli. Levi a FOL TV: “Offerta per sempre. Gli altri? Facciano come vogliono”

 

Presentazione in stile “Apple” per Iliad, il nuovo operatore mobile presentato oggi in Italia e che promette di dare battaglia ai principali operatori sul mercato. Benedetto Levi, ceo della società, ha parlato alla stampa in una sala gremitissima nel Super Studio di via Tortona a Milano, affermando di voler fare una vera e propria “rivoluzione” del settore. 

L’offerta unica, per il momento, è shock: a 5,99 euro al mese minuti ed sms illimitati, e 30 gb di internet in 4G+, a cui vanno aggiunti 9,99 euro di attivazione della sim. Insomma, sulla carta una soluzione interessante, bisognerà capire bene la copertura e i primi feedback sulla rete, che arriveranno con il tempo: “Abbiamo una copertura non solo nelle grandi città, ma anche in quelle rurali“, chiarisce Levi.  

 

iliad

 

L’offerta è garantita per sempre“, chiarisce Levi. “La gente è stufa di pagare troppo. I prezzi sono scesi negli ultimi mesi ma quando andiamo a vedere bilanci delle telco, i ricavi per utente sono aumentati in tutti i casi“, spiega, che aggiunge: “L’anno scorso le compagnie di telecomunicazioni si sono prese 4 miliardi di euroda questi piccoli stratagemmi“.

COSA PREVEDE L’OFFERTA

  • Minuti illimitati verso tutti gli operatori fissi e mobile italiani
  • SMS illimitati verso tutti i numeri italiani
  • 30 GB al mese
  • Copertura nazionale in 4G+
  • Minuti e SMS illimitati in Europa, più 2 GB di traffico
  • Chiamate illimitate in 65 paesi nel mondo (fuori UE)
  • Completamente senza vincoli: niente costi di recessi etc.

Ed ecco i servizi inclusi nell’offerta, tutti senza costi aggiuntivi. 

  • Segreteria telefonica
  • Mi richiami
  • Piano tariffario
  • Hotspot
  • Controllo Credito Residuo
  • Segreteria visiva
  • Visualizza numero chiamante
  • Controllo consumi
  • Avviso di chiamata (se hai il numero occupato)
  • Nessuno scatto alla risposta
  • Blocco numeri nascosti
  • Chiamate rapide
  • Filtro chiamate e SMS
  • Inoltro verso segreteria telefonica all’estero
  • SOS Ricarica

 

COSA DICE L’AGCOM L’operatore si pone l’obiettivo di essere trasparente rispetto alle altre case, accusate di non esserlo anche dall’Agcom. L’associazione, infatti, denota come gli operatori siano poco trasparenti sui costi che l’utente dovrà pagare in uscita. E già in questo sono in fallo. Poi, per il primo tipo di costo, tendono a far pagare una cifra fissa (in genere solo su rete fissa e di 40-50 euro). Il problema è che per legge questo costo dovrebbe essere commisurato non solo alle spese sostenute dagli operatori per la disdetta, ma anche al valore residuo del contratto. Ossia, secondo Agcom non è corretto un costo superiore a quello dei canoni mensili restanti.

Nel secondo tipo di costo, il problema è che gli operatori tendono a imporre agli utenti di restituire tutti gli sconti ottenuti con la promozione. L’importo diventa esorbitante, man mano che ci si avvicina alla scadenza. Agcom invece ricorda che, per legge, deve essere equo e proporzionale al valore del contratto e alla durata residua della promozione. Insomma, se questa dura 24 mesi, l’utente pagherà un costo di disdetta anticipata sempre più basso, tanto più si avvicina al 24esimo mese. Proprio il contrario di quanto avviene ora.

Terzo costo: qui gli operatori a volte impongono agli utenti di pagare in un colpo solo tutte le rate residue di un prodotto incluso nel contratto. Agcom chiede invece di permettere loro di continuare a pagarlo a rate. Non solo: dice anche che nella disdetta non ci devono essere costi associati all’attivazione della linea (con relativo intervento del tecnico, che ora alcuni operatori rateizzano nel contratto) e a prodotti che l’utente non può usare con altri operatori (è il tipico caso del modem banda larga).

Infine: alla scadenza del contratto nulla deve essere più dovuto all’operatore come costo di disdetta. Anche nei casi in cui il contratto, “giunto alla sua naturale scadenza, sia rinnovato tacitamente”. Agcom adesso ascolterà i pareri degli operatori, fino a luglio, e poi renderà vigenti le nuove regole, che dovrebbero ridurre moltissimo i costi di disdetta; fino ad annullarli, in alcuni casi.