Euro scivola fin sotto $1,15, Commerzbank: Italia sta diventando fattore negativo in modo permanente

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

5 ottobre 2018 - 08:03

MILANO (Finanza.com)

Euro sotto pressione, perde lo 0,11% a $1,1501, ma nelle ultime ore è crollato fino a $1,1463, al minimo in sei settimane, scontando le preoccupazioni sulla sostenibilità del debito italiano e sulla reazione di Bruxelles alla legge di bilancio del governo M5S-Lega.

Il dollaro, che nelle ultime ore ha beneficiato del boom dei tassi dei Treasuries Usa, con quelli a 10 anni balzati al record in sette anni al 3,232%, è piatto sullo yen a JPY 113,89, in attesa della pubblicazione, alle 14.30 ora italiana, del report occupazionale Usa.

Gli analisti di Commerzbank hanno diffuso nella notte una nota sul rapporto euro-dollaro, affermando che il trend del biglietto verde sarà sostenuto dall'aumento dei rendimenti Usa e da "dati macroeconomici" incredibili, e sottolineando contestualmente che l'Italia si sta trasformando nin un fattore "negativo in modo permanente" per l'euro.

Indice sul dollaro Dollar Index a 95,833, poco mosso.



Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967