Finanza Notizie Italia Eni è il marchio italiano con maggior valore, Tim quello che è salito di più

Eni è il marchio italiano con maggior valore, Tim quello che è salito di più

E’ Eni il marchio italiano con maggior valore economico. Ma a crescere di più è Tim. Grazie alla più favorevole congiuntura economica, ad una migliore gestione del business e al rafforzamento rispetto ai competitor internazionali, i brand italiani stanno tornando ai valori di qualche anno fa. Secondo la ricerca Brand Finance, il valore medio delle prime 50 marche italiane è cresciuto il 35% in più di quello dei primi 500 brand a livello globale. Un aspetto significativo, perché, secondo lo studio, evidenzia il forte legame vigente tra brand “pesante” e performance sul mercato azionario. “É emerso – si legge nel report – che investire in imprese presenti nell’S&P500 con un elevato rapporto tra valore del brand e valore d’impresa porta ad un ritorno quasi doppio a quello medio”.

Scorrendo la classifica di Brand Finance per l’Italia, Eni si conferma al primo posto come marchio dal maggio valore economico, nonostante un calo del 10%. TIM è invece la marca che è cresciuta maggiormente in valore rispetto al 2017, arrivando al secondo posto della classifica italiana e al 19esimo nella Brand Finance Telecoms 300. Un risultato derivante dagli ingenti investimenti sull’operazione di rebranding di un paio di anni fa.
Molto bene anche Enel e Gucci il cui lieve arretramento in classifica non dipende da un peggioramento delle performance, ma dalla travolgente crescita di TIM. Infatti Enel si è rivelato essere il brand più forte al mondo tra le utility; performance che ha consentito a questa marca di rimanere incollata alla terza posizione nella Brand Finance Utilities 50. Il valore del brand Gucci è salito moltissimo, confermando la sua leadership nel settore del lusso, settore che domina la classifica italiana sia in valore sia in quantità di brand.
“Le marche che sono cresciute maggiormente in valore economico, come TIM, Gucci, Valentino, Enel hanno strategie di branding la cui estrema forza ha consentito di aggiungere un contributo economico rilevante al valore delle rispettive imprese”, ha spiegato lo studio.

marchio