Enel traina al rialzo il Ftse Mib, giornata no per Unicredit e Intesa

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

simone borghi

16 giugno 2021 - 17:52


MILANO (Finanza.com)

Piazza Affari cauta oggi in attesa della decisione di politica monetaria che verrà annunciata stasera dalla Federal Reserve e a cui seguirà la conferenza stampa del governatore Jerome Powell. Forte attesa per sapere se la Fed inizierà a cambiare un po' i toni dopo il nuovo rush dell'inflazione (+5% a/a a maggio). Molti operatori di mercato ritengono che la Fed aspetterà agosto o settembre per annunciare la riduzione dei propri acquisti, il cosiddetto tapering. Secondo un sondaggio Cnbc, addirittura l'89% degli economisti ritiene il QE non più necessario per sostenere economia Usa.

L'indice Ftse Mib ha così chiuso in rialzo a 25.767,54 punti (+0,12%). Tra i titoli del paniere principale, in evidenza i titoli del risparmio gestito con in prima fila Banca Generali (+2,4%) e Fineco (+2,3%).

A dare slancio a tutto il listino milanese è stata oggi Enel (+1,7%) che è il titolo di maggior peso di tutta Piazza Affari. Oggi gli analisti di Barclays hanno indicato l'Italia come uno dei mercati preferiti in Europa con Enel che risulta insieme a Stm, Unipol, Banca Mediolanum e Telecom Italia nella cerchia di titoli con potenziale rialzista di oltre il 20 per cento.

Tra le utility di Piazza Affari progressi superiori a oltre l'1% per Italgas, Hera, Snam e Terna.

Tra le big del Ftse Mib giornata incolore invece per le banche. Unicredit la peggiore (-2%), seguita da Intesa Sanpaolo (-1,5%) e Bper (-1,3%). In generale oggi hanno performato male tutte le banche UE: Intanto ieri Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza bancaria della Bce, ha detto che l'istituto centrale si riunirà il 23 luglio per decidere sulla possibile rimozione delle restrizioni sulla distribuzione di dividendi e acquisti di azioni proprie da parte delle banche.

Tra i segni meno anche Atlantia (-0,8%) reduce dal rally della vigilia a seguito dell'annuncio dell'intenzione di distribuire dividendi per 600 mln di euro nel 2022 e avviare un buyback.
Tutte le notizie su: intesa, unicredit, enel

Vai alle quotazioni di:

Notizie su Unicredit

Notizie su Enel

Notizie su Intesa Sanpaolo

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967