Enel ed Hera in coda al Ftse Mib, controcorrente A2A grazie a nuovo piano

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

20 gennaio 2021 - 16:07

MILANO (Finanza.com)

Male oggi le utility di Piazza Affari con Enel che arretra dell'1% circa, peggio fa Hera (-1,7%) scivolata sotto la soglia dei 3 euro. Segno meno anche per Snam (-0,59%), mentre Italgas si mantiene sulla parità.

Il nuovo piano 2021-2030 mette le ali invece al titolo A2A (+3,7% a 1,375 euro). Spiccano investimenti per complessivi 16 mld tra economia circolare e transizione energetica. A livell finanziario l'Ebitda è atteso passare da circa 1,18 miliardi di euro del 2020 a oltre 2,5 miliardi di euro del 2030, con un CAGR 2020-2030 prossimo all’8%. L'Utile netto è atteso in crescita di oltre l’8% medio annuo. Il dividendo per azione atteso sull’utile del 2020 almeno pari a 8 centesimi di euro per azione rispetto a 7,75 centesimi di euro deliberati in relazione all’utile netto del 2019, sull’utile del 2021 almeno pari a 8,2 centesimi di euro per azione, sull’utile del 2022 almeno pari a 8,5 centesimi di euro per azione. Per gli anni successivi, si prevede una crescita minima pari al 3% all’anno.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967