Finanza Notizie Italia Caro benzina: PD propone tetto al prezzo per tutta l’estate

Caro benzina: PD propone tetto al prezzo per tutta l’estate

Tornano a crescere i prezzi dei carburanti con quello medio nazionale praticato della benzina in modalità self  che si posiziona a 2,009 euro/litro (1,985 il valore precedente), mentre il prezzo medio praticato del diesel self si porta a 1,924 euro/litro (contro 1,896), con le compagnie tra 1,922 e 1,945 euro/litro (no logo 1,908).

Carburanti: prezzi record. La proposta del PD

Nella giungla dei prezzi arriva la proposta del Pd in forma di emendamento al decreto Aiuti prevedendo un tetto al prezzo dei carburanti per due mesi. Nel dettaglio, il testo prevede che un Dpcm, su proposta del Ministro della Transizione ecologica, di concerto con il Ministro dello sviluppoeconomico, definisca «un prezzo massimo per la vendita dei carburanti».

“Da mesi chiediamo di affrontare l’emergenza carburanti fissando un tetto massimo ai prezzi alla pompa” afferma il presidente di Codacons Carlo Rienzi. “Tuttavia, considerati i forti rincari dei listini, saliti nell’ultima settimana per la benzina del +21,3% su base annua mentre il gasolio è aumentato del +27% rispetto al 2021, chiediamo che la misura non sia limitata solo al periodo delle vacanze estive, ma sia estesa a tutto il 2022 Ricordiamo che oggi un litro di benzina, nonostante il taglio delle accise disposto dal Governo, supera in molti distributori i 2,3 euro al litro, e che una famiglia a causa dei rincari dei carburanti spende oggi in media 472 euro in più all’anno solo per i maggiori costi di rifornimento, senza contare gli effetti indiretti sui prezzi al dettaglio”. “Pertanto chiediamo che qualsiasi provvedimento volto a fissare un tetto ai listini alla pompa sia concordato con le associazioni dei consumatori, anche allo scopo di individuare limiti adeguati e combattere le speculazioni che si registrano nel settore dei carburanti” – conclude Rienzi.

 Un’ottima proposta che consentirà risparmi per centinaia di milioni di euro alle famiglie italiane”. Così Assoutenti promuove l’emendamento al dl aiuti presentato dal Pd volto a fissare un tetto massimo al prezzo dei carburanti. “Con tale misura si accoglie in pieno la richiesta che Assoutenti rivolge oramai da mesi a Governo e Parlamento di fissare un prezzo massimo a benzina e gasolio, in modo da contenere gli effetti devastanti del caro-carburanti per famiglie e imprese – spiega il presidente Furio Truzzi – Sul fronte dei carburanti servono però anche misure strutturali per combattere le speculazioni che sono alla base dei forti rialzi dei listini alla pompa e per bloccare in modo automatico la crescita dei prezzi anche al di fuori del periodo estivo, considerato che i rincari di benzina e gasolio hanno effetti dirompenti non solo sul costo del pieno, ma anche sui prezzi al dettaglio, visto che in Italia l’85% della merce viaggia su gomma” – conclude Truzzi.