News Finanza Notizie Italia Carige: in vista acquisizione da Bper si dimettono tutti i consiglieri. ‘Dimissioni incondizionate e irrevocabili’

Carige: in vista acquisizione da Bper si dimettono tutti i consiglieri. ‘Dimissioni incondizionate e irrevocabili’

Banca CARIGE ha reso noto con un comunicato diramato nel tardo pomeriggio di ieri che, sempre ieri primo giugno, “tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione hanno rassegnato le proprie dimissioni incondizionate e irrevocabili dalla carica di Amministratore, con effetto alla data dell’Assemblea ordinaria già convocata per il

prossimo 15 giugno 2022 per la nomina del nuovo Organo amministrativo, per le ragioni esposte nella relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sul relativo punto dell’ordine del giorno e disponibile sul sito internet www.gruppocarige.it (alla sezione Governance – Assemblee)”.

Le dimissioni si spiegano con l’acquisizione della banca genovese da parte di Bper.

“Le dimissioni dei componenti del Consiglio di Amministrazione sono state rese nel contesto dell’esecuzione del contratto per la cessione della partecipazione di controllo nel capitale sociale della Banca da parte del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e dello Schema Volontario di Intervento del FITD a BPER Banca S.p.A., nonché alla luce di alcune pattuizioni strettamente funzionali

all’esecuzione dell’operazione tra le parti del contratto di cessione, per le quali sono state eseguite le relative formalità pubblicitarie indicate dall’art. 122 del Testo Unico della Finanza, ivi inclusa la pubblicazione per estratto sul sito internet della Società alla sezione Governance – Patti Parasociali, a cui si rinvia”.

“Ai sensi dell’articolo IA.2.6.7 delle Istruzioni al Regolamento di Borsa Italiana – conclude la nota – si precisa che, per quanto a conoscenza della Società, il Vice Presidente Paolo Ravà detiene n. 3.084 azioni di Banca

CARIGE, mentre nessuno degli altri membri dimissionari del Consiglio di Amministrazione detiene partecipazioni nel capitale sociale di Banca CARIGE; non spettano ad alcuno dei membri dimissionari del Consiglio di Amministrazione indennità o altri benefici a seguito della cessazione della carica”.