Big dei pagamenti: nuovi rumors su nozze Nexi-Sia, ecco gli ultimi potenziali scenari

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

15 settembre 2020 - 09:33

MILANO (Finanza.com)

Si torna a parlare del gigante tutto italiano dei pagamenti con la potenziale fusione tra Nexi e Sia. Le ultime indiscrezioni pubblicate da "La Repubblica" vanno in questa direzione. Il quotidiano romano riporta che i termini negoziati per il rinnovo dell'accordo fra Sia e il suo principale cliente (Unicredit), punto dirimente per definire i rapporti di concambio, vedrebbero una estensione dell`accordo di processing dal 2026 al 2036 a fronte del quale Sia avrebbe concesso a Unicredit condizioni più favorevoli ma manca da definire come e quando verranno pagate da Sia le commissioni in anticipo (le cosiddette `upfront fees`), prima di firmare il rinnovo.

"Un`altra questione da definire è il ruolo di Poste nella governance", si legge su Repubblica che ricorda che il gruppo guidato da Matteo Del Fante ha un contratto con Sia e una quota indiretta pari al 17% (attraverso il veicolo Fsia, di cui possiede il 30%) in virtù della quale finora è stata rappresentata anche nel cda di Sia e in in vista della fusione, Poste dovrebbe rinunciare ai suoi diritti di governance, perché potrebbero sorgere futuri conflitti con gli altri clienti di Nexi.

"Come detto più volte nel caso l'operazione di fusione con Sia fosse confermata sarebbe strategicamente positiva per Nexi in quanto migliorerebbe il suo posizionamento nella catena del valore e aumenterebbe la diversificazione della clientela per tipologia e geografia mentre l`impatto finanziario sarebbe di un aumento degli Eps del 9% ipotizzando un prezzo pagato in linea con i propri". Così gli analisti di Equita che confermano la raccomandazione hold e target price di 15 euro su Nexi.

Tutte le notizie su: Nexi, Sia

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967