Atlantia: possibile accordo di ASPI con gli enti locali (analisti)

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessandra Caparello

15 dicembre 2021 - 11:09


MILANO (Finanza.com)

Gran parte delle famiglie delle vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova ha accettato una forma di indennizzo, mentre Regione Liguria e Comune di Genova hanno presentato costituzione in parte civile al processo, ma potrebbero accordarsi con ASPI in cambio di un Piano di investimenti infrastrutturali. Così il Fatto riporta inoltre alcune affermazioni dell’ex CEO di Edizione, Mion secondo il quale ci fu una riunione con alcuni tecnici che parlarono del difetto originario di costruzione del Ponte Morandi. Mion si sarebbe dimesso dal CDA di Atlantia nel 2013 anche perché non si sentiva tranquillo della situazione.
Come sottolinea Equita, la Litigation Indemnity nel contratto di cessione di ASPI al consorzio guidato da CDP stabilisce che nelle cause per danni diretti ed indiretti contro ASPI, gli indennizzi saranno a interamente a carico di Atlantia fino a 150 mn. Oltre tale ammontare ci sarà uno sharing con il 75% a carico di Atlantia e 25% del Consorzio fino ad un massimo di 459 mn. ASPI all’epoca dell’accordo con il Consorzio aveva già compensato le famiglie delle vittime e le attività commerciali coinvolte nel crollo per 160 mn ed era in essere un’assicurazione a copertura dei danni fino a 300 mn, sulla quale però era in corso una controversia legale.
Tutte le notizie su: Atlantia

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967