Alitalia, cda chiede amministrazione straordinaria. Da soci grande rammarico per esito referendum

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

2 maggio 2017 - 12:32

MILANO (Finanza.com)

Così come da attese, il cda di Alitalia ha chiesto l'amministrazione straordinaria per la società, dopo la bocciatura del pre-accordo tra sindacati e azienda, con referendum, da parte dei dipendenti.

Al termine dell'assemblea dei soci, il cda ha comunicato di aver chiesto l'amministrazione straordinaria e ha aggiunto di aver preso atto "della grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società".

In una nota si legge che "l'assemblea degli azionisti di Alitalia, riunitasi oggi, ha preso atto, con grande rammarico, dell'esito del referendum tra i propri dipendenti, che ha di fatto precluso l'attuazione del rilancio e della ristrutturazione della società".

"I soci avevano condizionato la disponibilità alla ripatrimonializzazione e al rifinanziamento a un accordo con le organizzazioni sindacali, venuto meno con l'esito del referendum tra i dipendenti".

Di conseguenza:

"Il Consiglio di amministrazione, riunitosi al termine dell'Assemblea, preso atto della grave situazione economica, patrimoniale e e finanziaria della società, del venir meno del supporto dei soci e dell'impraticabilità in tempi brevi di soluzioni alternative, ha deciso all'unanimità di presentare l'istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria come disposto dalla legge".

Nella nota si legge anche che i voli di Alitalia "non subiranno alcuna modifica e continueranno secondo la programmazione prevista".

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967