Alitalia: Lufhansa mette sul tavolo 150 milioni ma ad alcune condizioni. 7 e 8 novembre date clou

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Valeria Panigada

1 novembre 2019 - 14:51

MILANO (Finanza.com)

Lufthansa potrebbe partecipare al salvataggio di Alitalia insieme ai partner italiani Atlantia e Ferrovie dello Stato (Fs), oltre che il Tesoro. Dapprima solo come partner commerciale e poi, in una seconda fase, entrando nel capitale della società e diventandone azionista. Si parla di un investimento intorno ai 150 milioni di euro, oltre i 100 milioni finora messi sul piatto dagli americani Delta Airlines. Ma il tutto ad alcune precise condizioni.

 

Secondo quanto emerge dalle ultime indiscrezioni di stampa, raccolte da Il Corriere della Sera, l'investimento dei tedeschi per la nuova Alitalia si aggirerà intorno ai 150 milioni e non ai 200 milioni, come si ipotizzava in un primo momento. Il gruppo tedesco dovrebbe entrare nel capitale della nuova società con una quota del 15% o poco più, contro il 10% di Delta. Ma solo in una fase successiva. Inizialmente infatti Lufthansa si impegnerebbe soltanto in una partnership commerciale.

 

L'impegno di Lufthansa dipenderà poi da alcune precise condizioni. Innanzitutto gli esuberi e la flotta. Secondo il quotidiano, il gruppo tedesco vuole tagliare 4.000 posti di lavoro (su 11.500 circa lavoratori) e ridurre i velivoli della nuova Alitalia a 90-100 (sugli attuali 116), con un taglio delle rotte di lungo raggio non remunerative. Decisamente di più di quelli previsti da Atlantia e Fs ma comunque meno rispeto alla bozza originaria dei tedeschi, in cui venivano indicati 6.000 esuberi e 75-80 aerei. Condizione essenziale, da parte dei tedeschi, per procedere quindi sarà il via libera dei sindacati.

 

Ma non è tutto. Tra le altre condizioni anche quelle riguardanti l'azionariato, che secondo i tedeschi dovrà diventare nel giro di tre anni a maggioranza privato, almeno del 51%. Quindi la quota in mano al Mef, e probabilmente anche quella di Fs, dovrà essere ceduta e assorbita da Lufthansa.

 

Al momento, la rivale Delta Airlines non ha rilanciato, annunciando controproposte. Ma dal fronte statunitense giungono voci che starebbe valutando un investimento anche di 120-130 milioni. Intanto si avvicina inesorabile la nuova scadenza: il prossimo 21 novembre scadranno i termini per presentare le offerte vincolanti per la ex compagnia di bandiera. Lufthansa valuterà il da farsi nel Cda in programma il 7 novembre. Il giorno successivo, l'8 novembre, toccherà ad Atlantia valutare il dossier.

 

Tutte le notizie su: alitalia

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]