Banche guidano dietrofront del Ftse MIb, indice resiste a fatica sopra 22mila

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

5 luglio 2019 - 13:42

MILANO (Finanza.com)

Giro di boa di seduta senza verve per Piazza Affari, reduce da un filotto di ben sei sedute consecutive al rialzo. L'indice Ftse Mib, che ieri ha chiuso sui massimi da agosto 2018, segna un calo dello 0,42% a quota 20.027 punti. A guidare i ribassi sono le banche, il settore che aveva trainato Piazza Affari nelle ultime due sedute.

Nelle retrovie Unicredit e UBI Banca con cali nell'ordine dell'1,5 per cento.

Seduta difficile oggi per Stm con il titolo che cede quasi il 2% a 15,84 euro, peggior titolo del Ftse Mib. Sul gruppo italo-francese dei microchip pesa la revisione al ribasso di Samsung sui numeri del secondo trimestre. Il colosso sudcoreano prevede un calo del 56% degli utili operativi nel secondo trimestre, per l'indebolimento del mercato dei chip e degli smartphone a causa della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Anche LG Electronics ha dichiarato che l'utile operativo del secondo trimestre potrebbe diminuire del 15,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il titolo è crollato in Borsa con un -14%.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]