Piazza Affari migliore nel Vecchio Continente: Poste Italiane regina su ipotesi extra dividendo

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessio Trappolini

6 marzo 2017 - 12:29

MILANO (Finanza.com)

Piazza Affari soffre ma meno delle altre piazze azionarie continentali. In una mattinata caratterizzata dal tenue ritorno dell’avversione al rischio il sentiment prevalente fra gli operatori di Borsa è quello dell’attesa. Attesa per le indicazioni che la settimana cominciata oggi fornirà dal punto di vista macroeconomico, con l’appuntamento Bce in programma giovedì e la serie di dati sul mercato del lavoro a stelle e strisce.

In questo quadro il FTSE Mib cede lo 0,38% a 19.590 punti, con flessioni che all’interno del listino riguardano principalmente i titoli bancari. La storia dominante sul Vecchio Continente è quella dell’aumento da 8 miliardi comunicato domenica dal board di Deutsche Bank. A Milano arretrano Banco Bpm, -1,35% a 2,47 euro, e Bper Banca, -1,14% a 4,64 euro.

Debole anche il settore industriale, dove Prysmian accusa un -1,3% a 23,68 euro, Saipem cede l’1,64% a 0,419 euro e Brembo arretra dell’1,67% a 64,7 euro, indossando la maglia nera del listino.

Lato rialzi si distingue Poste italiane, +4,36% a 6,335 euro grazie alle indiscrezioni di stampa che vorrebbero sempre più concreta l’ipotesi della distribuzione di un extra dividendo da 1 miliardo di euro. Il titolo in mattinata ha avvicinato i massimi del 2017 toccati ad inizio gennaio a quota 6,43 euro.

Tutte le notizie su: 2017, borsa italiana, poste italiane

Vai alle quotazioni di:

Notizie su Brembo

Notizie su Banco Bpm

Notizie su Prysmian

Notizie su Bper Banca

Notizie su Poste Italiane

Notizie su DEUTSCHE BANK AG NA O.N.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967